mercoledì, Luglio 28, 2021

Finale Euro2020, i festeggiamenti dal nord al sud: tre feriti a Milano

Caroselli e fuochi d'artificio per tutta la notte

Festeggiamenti dei tifosi azzurri
Festeggiamenti dei tifosi azzurri

E’ stata un’esplosione di gioia, ma anche di follia, a Milano, quella che ha caratterizzato la notte dei festeggiamenti per la vittoria agli Europei, con 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo; si tratta di tre ventenni ricoverati d’urgenza, due dei quali in codice rosso per lesioni varie tra cui quelle da bombe carta. Non c’erano maxi schermi  in piazza per evitare i rischi di contagio, ma i festeggiamenti sono stati comunque numerosi e rumorosi nelle aree di ritrovo, come l’Arena Milano Est, in zona Lambrate e il giardino della Triennale. All’ultimo rigore che ha assegnato all’Italia la coppa di Europa 2020 la gioia incontenibile esplode nelle piazze italiane dove sono stati allestiti i maxischermi, cori, urla, clacson, trombette fuochi d’artificio. I primi caroselli di auto sono partiti subito dopo l’ultimo rigore. Nel Paese c’è chi ha tifato la Nazionale  lontano dalle strade, sventolando il tricolori dai balconi e al riparo dai rischi del Covid e chi – al contrario – ha sfidato virus e assembramenti sognando la coppa europea davanti ai mega proiettori in luoghi pubblici all’aperto, sui lidi, nei bar,spesso sotto lo sguardo delle forze dell’ordine.  Stabilimenti, chioschi e ristoranti hanno richiamato da Nord a Sud chi non ha voluto rinunciare ad assistere ai 90 minuti cancellando i problemi della pandemia. Ma gli appelli alla responsabilità, come detto, sono stati ripetuti come un mantra. L’invito è stato quello di festeggiare usando la mascherina, dispositivo che però nessuno sembra usare.  A Roma la festa è cominciata nelle fan zone dedicate ai supporter, già collaudate in occasione della semifinale vinta dalla Nazionale contro la Spagna:. La gioia dei tifosi è esplosa in particolare a piazza del Popolo – tra le più grandi aree allestite in Europa per questo tipo di evento – accessibile solo tramite prenotazione, con una capienza massima consentita di 2.500 posti. Altri mille in estasi ai Fori Imperiali. Il rischio di eccessi da parte dei tifosi, soprattutto nel dopo partita, ha spinto nella Capitale al transennamento di alcuni monumenti in centro storico, come in zona Campo de’ Fiori, piazza di Spagna e Fontana di Trevi.    A Napoli fuochi d’artificio, botti e caroselli d’auto come a Capodanno: le ‘batterie’ sono state fatte esplodere in diversi quartieri della città e anche sul lungomare. In giro auto con le bandiere dell’Italia fuori dai finestrini.   Nelle zone balneari l’accesso è stato possibile solo con mascherine e mantenendo la distanza di un metro l’uno dall’altro, regole che però sono quasi ovunque saltate dopo la vittoria. In molte città la prudenza e la paura di assembramenti ha suggerito di non installare i maxi-schermi, come inizialmente previsto. Caroselli, fuochi d’artificio e cori in tutta Pescara. I festeggiamenti, iniziati al termine della partita, sono andati avanti fino a tarda notte. Migliaia le persone che, in auto, in scooter o a piedi, tra cori, trombette e bandiere, hanno invaso le vie della città. Letteralmente preso d’assalto il centro del capoluogo adriatico e, in particolare, largo Mediterraneo. Migliaia le persone presenti, nella maggior parte dei casi senza mascherina e non rispettando il distanziamento. A Palazzo di città, in piazza Italia, invece, la torre dell’orologio è stata illuminata con il tricolore. Stesse scene di festa anche a Venezia, Padova, Trieste, Palermo, Cagliari, Sassari e in tutte le città italiane. Foggia, San Severo: agguato durante festeggiamenti, ucciso a colpi di pistola un uomo di 32 anni Omicidio a San Severo, in provincia di Foggia, durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli Europei di calcio: un uomo di 32 anni, Matteo Anastasio, è stato ucciso a colpi di pistola a mezzanotte e mezza. Il 32enne, pregiudicato, era a bordo di uno scooter di grossa cilindrata assieme a un nipote minorenne quando è stato affiancato da una moto con 2 persone in viale Giacomo Matteotti. Il passeggero ha fatto fuoco e lo scooter è andato a finire contro un pick-up. L’uomo è stato portato in ospedale, dove è deceduto poco dopo.

[Leggi la notizia originale su www.rainews.it]

LASCIA UN MESSAGGIO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome

Finale U18: Genoa vs Roma 2-1. Video!

https://www.youtube.com/embed/uTvm1MRaq64 Le azioni e la premiazione della finale Scudetto Under 18: i Grifoncini si laureano Campioni d'Italia grazie alla vittoria...

Finale Coppa Lazio Under 14: Roma – Vigor Perconti 6-2. Video!

Guarda la straripante vittoria dei giallorossi nella Coppa Lazio Under 14 contro la Vigor Perconti. Mattatore del match un...

Altri articoli